Home / Cittadini / Asdi

Assegno di disoccupazione (Asdi)

​L'Asdi è un assegno di disoccupazione concesso alle persone disoccupate che, dopo aver fruito dell'indennità di disoccupazione Naspi per la sua intera durata entro il 31 dicembre 2015, sono ancora prive di lavoro e si trovano in una condizione di particolare disagio economico.

Il riconoscimento e l'erogazione dell'Asdi sono gestiti dall'Inps.

L'Asdi viene erogato mensilmente, per un massimo di 6 mesi, a partire dal giorno successivo a quello del termine di fruizione della Naspi.

Possono richiedere l'assegno le persone disoccupate che:

  • hanno un nucleo familiare con almeno un/a minorenne;
  • hanno già compiuto 55 anni e non hanno ancora maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o per quello anticipato;
  • hanno un'attestazione valida di Isee pari o inferiore a 5 mila euro;
  • hanno sottoscritto un patto di servizio personalizzato presso un centro per l'impiego;
  • non hanno già fruito dell'Asdi per più di 6 mesi nell'anno precedente il termine del periodo di fruizione della Naspi, e comunque per più di 24 mesi nel quinquennio precedente lo stesso termine. Se invece la persona ha già fruito dell'Asdi nell'anno precedente il termine di fruizione della Naspi, può ancora usufruire dell'Asdi ma per un numero massimo di mesi pari alla differenza tra 6 mesi e la durata dell'Asdi già fruito, e comunque per un numero massimo di mesi pari alla differenza tra 24 e i mesi di Asdi già fruiti nei 5 anni precedenti il termine di fruizione della Naspi.

 L'importo dell'Asdi è pari al 75% dell'ultima indennità Naspi percepita, e non può superare l'importo dell'assegno sociale. L'Asdi è incrementato di un ammontare pari ad un quinto dell'assegno sociale per il primo figlio a carico; gli incrementi per i successivi figli sono indicati nella Tabella 1 del Decreto ministeriale 29 ottobre 2015.

 Nel patto di servizio che la persona beneficiaria della Naspi sottoscrive presso il centro per l'impiego è prevista la partecipazione a servizi e misure di politica attiva (iniziative di orientamento, formazione, offerte di lavoro). La partecipazione a queste iniziative è obbligatoria, pena l'attivazione di meccanismi di condizionalità graduali, cioè restrizioni dei benefici che possono arrivare sino alla perdita dell'Asdi.

Per maggiori informazioni sull'Asdi consulta il portale Inps.

Per richiedere l'Asdi clicca qui.

Vai alle norme di riferimento.