Home / Notizie / L’Anpal istituisce l’Albo nazionale dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro

L’Anpal istituisce l’Albo nazionale dei soggetti accreditati ai servizi per il lavoro

29 novembre 2016

​Dall'Anpal un nuovo tassello utile alla costruzione di un sistema di accreditamento unico a livello nazionale dei soggetti autorizzati a svolgere servizi per il lavoro. Lo scorso 3 novembre il consiglio d'amministrazione dell'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, ha approvato la delibera che istituisce l'Albo nazionale dei soggetti accreditati a svolgere funzioni in materia di politiche attive del lavoro.

All'Albo possono iscriversi tre tipi di soggetti: le agenzie per il lavoro di somministrazione di lavoro di tipo generalista e di intermediazione, i soggetti accreditati ai servizi per il lavoro dalle Regioni e Province autonome, le agenzie che intendono operare nel territorio di regioni che non abbiano ancora istituito un proprio regime di accreditamento.

L'Anpal ha 60 giorni per pronunciarsi sull'istanza. In caso di accoglimento, l'Anpal provvede ad accreditare e quindi iscrivere l'agenzia richiedente all'Albo. Qualora sia decorso il termine di 60 giorni dalla presentazione della richiesta, senza che l'Anpal abbia richiesto integrazioni documentali e/o si sia pronunciata in merito, l'istanza si intende accolta. I soggetti accreditati ai servizi per il lavoro hanno l'obbligo di interconnessione con il sistema informativo unitario delle politiche del lavoro pena la revoca dell'accreditamento.

Le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano comunicano all'Anpal gli elenchi dei soggetti in possesso di accreditamento regionale. I soggetti accreditati hanno l'obbligo di inviare all'Anpal ogni informazione utile al coordinamento della rete nazionale dei servizi per le politiche del lavoro ivi comprese le offerte di lavoro.

Anche le agenzie per il lavoro che intendano operare nel territorio di una regione che non ha un sistema di accreditamento regionale possono richiedere l'accreditamento ai servizi per il lavoro.

Delibera del 3 novembre 2016