Home / Focus / Incentivi all’occupazione / Incentivi previsti dalla Legge di Stabilità corrente (2016)

Incentivi previsti dalla Legge di Stabilità corrente (2016)

L'esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato spetta per i nuovi contratti a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, sottoscritti tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2016 a favore di tutti i lavoratori privi di occupazione a tempo indeterminato da almeno 6 mesi presso qualsiasi datore di lavoro. 

Per il settore agricolo sono previste agevolazioni per le assunzioni di impiegati e dirigenti, e per l'assunzione con contratto a tempo indeterminato di lavoratori a partire dal 1° gennaio 2016 (con esclusione di quei lavoratori che nel 2015 siano risultati occupati a tempo indeterminato o abbiano svolto un numero di giornate non inferiore a 250).

L'agevolazione è destinata a tutti i datori di lavoro privati (anche studi professionali) – esclusi i contratti di apprendistato e di lavoro domestico - a prescindere dalla circostanza che assumano o meno la natura di imprenditori. Possono beneficiare dell'incentivo anche gli Enti pubblici economici.

È' possibile usufruire dell'incentivo anche in caso di trasformazione del contratto da tempo determinato (o da precedente contratto a lavoro intermittente) a tempo indeterminato.  Sono esclusi i contratti di apprendistato e di lavoro domestico.

L'agevolazione, corrisposta attraverso la riduzione dei versamenti contributivi, si configura come esonero biennale (24 mesi) dal pagamento del 40% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un importo massimo di 3.250,00 euro annui.

Sono esclusi dall'esonero i premi e i contributi dovuti all'INAIL.