Home / Europa / Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione – Feg

Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (Feg)

Il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (Feg) è uno strumento che la Commissione europea mette a disposizione degli Stati membri per supportare lavoratori in esubero e lavoratori autonomi che abbiano cessato l'attività a causa della globalizzazione o del persistere della crisi finanziaria ed economica, qualora ciò abbia un impatto negativo rilevante sull'economia locale, regionale o nazionale.

L'Anpal è responsabile della gestione e della certificazione dei contributi concessi dal Feg e svolge un ruolo di indirizzo, coordinamento e cooperazione con le Amministrazioni regionali e provinciali, le quali, in base ad un apposito accordo, assumono la funzione di organismo intermedio e diventano le principali responsabili dell'attuazione delle iniziative. L'Autorità di audit, responsabile del controllo sugli interventi, è incardinata presso il Segretariato generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Il Feg può finanziare, fino al 60% dei costi, misure personalizzate di politica attiva per il lavoro, quali:

  • formazione e riqualificazione, anche nel campo Ict, e certificazione delle competenze;
  • assistenza per la ricerca di lavoro e ricollocamento;
  • orientamento professionale;
  • servizi di consulenza e tutoraggio;
  • promozione dell'imprenditorialità e assistenza al lavoro autonomo;
  • creazione e rilevamento di imprese da parte dei dipendenti e attività di cooperazione;
  • misure particolari mirate a incentivare i disoccupati svantaggiati, giovani e meno giovani, a rimanere o a ritornare nel mercato del lavoro.

Il FEG può inoltre finanziare (nel limite del 35% dei costi totali del pacchetto) misure speciali di durata limitata, come l'indennità per la ricerca di un lavoro, gli incentivi all'assunzione, le indennità per la mobilità territoriale, le indennità di soggiorno o di formazione o le indennità di integrazione salariale per chi partecipa ad attività di formazione e di apprendimento permanente.

Inoltre, il contributo Feg può coprire i costi per le attività di preparazione, gestione, informazione e pubblicità, controllo e rendicontazione delle azioni.

Il Feg non finanzia, invece, misure di protezione sociale, come pensioni o indennità di disoccupazione, e altre misure di sostegno obbligatoriamente prevista dalla legge o dalla contrattazione collettiva a carico dello Stato o dell'impresa.

I destinatari e le parti sociali/datoriali vengono coinvolti nelle fasi di programmazione e di attuazione degli interventi.

Guarda il video sull'intervento Feg Whirpool :

Guarda il video realizzato per i 10 anni del Feg:

Vai alle norme di riferimento.

Vai ai documenti.

Vai al sito della Commissione europea