Seguici su:
null Comunicazioni obbligatorie
Comunicazioni obbligatorie

Il sistema informatico delle comunicazioni obbligatorie (Co) consente ai datori di lavoro di inviare le comunicazioni obbligatorie di instaurazione, trasformazione, proroga e cessazione del rapporto di lavoro in un'unica soluzione ad ANPAL, Inps, Inail, agli altri enti previdenziali sostitutivi o esclusivi e agli uffici territoriali di Governo.

I soggetti obbligati a presentare le comunicazioni obbligatorie per via telematica sono: i datori di lavoro privati, le pubbliche amministrazioni, gli enti pubblici economici e le agenzie di somministrazione. Solo i datori di lavoro domestico possono trasmettere i moduli con procedure semplificate e direttamente all'Inps.

Tutti gli altri datori di lavoro devono accreditarsi al sistema per inviare autonomamente le comunicazioni obbligatorie, oppure possono avvalersi di intermediari abilitati all'invio: consulenti del lavoro; avvocati e procuratori legali; dottori commercialisti; ragionieri; periti commerciali; associazioni di categoria; associazioni di categoria dei datori di lavoro agricoli; soggetti autorizzati all'attività di intermediazione; promotori di tirocini consorzi e gruppi di imprese; servizi competenti che inseriscono d'ufficio la comunicazione; periti agrari e agrotecnici.

Le Co relative alla Provincia autonoma di Trento e alla Regione Lazio sono trasmesse tramite il servizio ANPAL: co.anpal.gov.it.

Le restanti Regioni e Province autonome assicurano l'accesso ai servizi di invio delle Co da un unico punto in ciascuna Regione: 

Abruzzo; Basilicata; Calabria; Campania; Emilia-Romagna; Friuli-Venezia Giulia; LazioLiguria; Lombardia; Marche; Molise; Piemonte; Puglia; Sardegna; Sicilia; Toscana; Umbria; Valle D'Aosta; Veneto; Provincia autonoma Bolzano; Provincia autonoma Trento.

Gli utenti devono accreditarsi con le modalità indicate dalla Regione o Provincia autonoma presso cui è ubicata la sede di lavoro (per le agenzie di somministrazione si fa riferimento all'ubicazione delle sedi operative). In caso di più sedi, è possibile l'accentramento. Per la Regione Lazio e la PA di Trento occorre accreditarsi al servizio ANPAL.

Gli utenti possono inviare le comunicazioni obbligatorie in due modi:

  1. compilazione il format online;
  2. caricando file .zip con più comunicazioni obbligatorie (formato .xml).

Al termine della procedura, il servizio informatico rilascia una ricevuta elettronica che attesta la presa in carico della comunicazione e l'adempimento di legge. La ricevuta riporta il codice e la data di comunicazione certificata dal sistema.

Se necessario, il sistema permette di comunicare eventualmente la rettifica, la proroga, la cessazione, la trasformazione o l'annullamento di una comunicazione inoltrata.

Il sistema informatico della regione o provincia autonoma inoltra le comunicazioni obbligatorie al nodo nazionale di ANPAL, che le mette a disposizione dei centri per l'impiego, del Ministero del lavoro e delle politiche  sociali, dell'Inps, dell'Inail e dell'Ispettorato nazionale del lavoro e dell’Inapp per le attività di valutazione e monitoraggio. 

Per il Lavoro marittimo, i datori di lavoro sono tenuti a comunicare assunzioni e trasformazioni contrattuali compilando il modello unico Unimare valido su tutto il territorio nazionale. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Per le assunzioni congiunte in agricoltura clicca qui.

Vai a:

Nodo: liferaydxp-1-0:8080