Seguici su:
null Online la nota congiunta sulle tendenze dell’occupazione II trimestre 2019
Online la nota congiunta sulle tendenze dell’occupazione II trimestre 2019
Immagine notizia

Pubblicata oggi sui siti di ANPAL, Istat, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Inps e Inail la nota trimestrale congiunta sulle tendenze occupazionali, relativa al secondo trimestre 2019. 
La nota evidenzia i dati relativi ai flussi di attivazioni, cessazioni e trasformazioni per settore di attività economica e tipologia di contratto, gli stock delle posizioni lavorative dipendenti nelle imprese industriali e dei servizi di fonte Istat, provenienti dalla rilevazione su occupazione, retribuzioni, oneri sociali (Oros).

A partire da questo trimestre sono presenti alcune informazioni sulle durate previste delle attivazioni delle posizioni dipendenti a tempo determinato.

Nel secondo trimestre del 2019 si registra una crescita tendenziale dell’occupazione dipendente in termini sia di occupati (+0,5%, Istat, Rilevazione sulle forze di lavoro) sia di posizioni lavorative riferite ai settori dell’industria e dei servizi (+1,4%, Istat, Rilevazione Oros). Lo stesso andamento si riscontra nei dati del Ministero del lavoro e delle politiche sociali tratti dalle Comunicazioni obbligatorie (379 mila posizioni lavorative nel secondo trimestre 2019 rispetto al secondo del 2018), e in quelli dell’Inps-Uniemens riferiti alle sole imprese private (+271 mila posizioni lavorative al 30 giugno 2019). 

La crescita delle posizioni lavorative dipendenti sulla base delle Co riguarda quelle a tempo indeterminato (+134 mila) mentre quelle a tempo determinato subiscono una nuova riduzione (-45 mila). Si riduce anche il numero dei lavoratori in somministrazione che scendono a 387 mila unità.

Infine, diminuiscono gli infortuni sul lavoro ma aumentano le malattie professionali denunciate all'Inail con 546 casi in più rispetto all'analogo trimestre dell'anno precedente.

Consulta

 

Nodo: liferaydxp-1-0:8080